CREO DAVVERO LA MIA ABBONDANZA?

Quante volte capita di pensare che, nonostante i nostri sforzi, la vita non ci ha dato abbastanza? E che meritiamo di più?

E che abbiamo fatto tanto, ci impegniamo,  i risultati tardano ad arrivare?

Senza parlare poi dei “colpevoli”.. c’è sempre qualcuno a cui dare la colpa per il nostro mancato successo!

Moglie, marito, figli, colleghi, capo, mamma, papà o ex…. C’è sempre un responsabile! (mia mamma, che per me è una grande fonte di ispirazione,  dice spesso che  CI DEVE ESSERE  sempre qualcuno a cui dare la colpa- altrimenti non si puo’ lamentare- per cui, in assenza di altri, la colpa è di Valeria o_O ).

Beh lo ammetto… anche a me è capitato.

Devo lavorare al sito?

Eh si,  ma la cucina chi la pulisce? E poi ho bisogno di riposare. E la spesa, se non ci penso io chi ci pensa? Due passi, due passi ci vogliono proprio..tutto il giorno che sono a casa…. Uhm queste tende sono davvero da lavare, magari ne approfitto che c’è un po’ di sole…. Ecco si, adesso magari un’oretta la dedico…oh, guarda, una nuova meditazione su youtube….

E via discorrendo.

Sai bene cosa intendo vero? In qualche modo le mie parole ti risuonano. E danno fastidio, anche. Proprio perché vanno ad ancorarsi a qualcosa che sperimenti anche tu, e soprattutto, vanno ad ancorarsi al tuo GIUDIZIO.

Lo spunto per la riflessione melo ha dato una nostra allieva, che oltre a seguire i nostri cosi ha fatto un percorso di crescita/coaching di qualche mese con noi. Aveva un concorso importante nazionale al quale si stava preparando, e che aveva tentato diverse volte senza esito positivo.

Da quando la conosciamo, nonostante abbia una famiglia a cui pensare, si è gettata anima e corpo nella preparazione del concorso, anche lavorando parecchio su se stessa oltre che a studiare.

PER LEI E’ STATA UNA PRIORITA’  che è stata messa davanti a tutto il resto.

Concorso concluso qualche giorno fa, e anche se ci vorranno un bel po’ di mesi prima di conoscere l’esito, lei è soddisfatta. Il grande impegno profuso, compreso il percorso insieme, le ha dato modo di farsi notare e di avere due proposte di lavoro molto interessanti che al momento sta valutando.

Fortuna? Pensi che sia fortuna la tenacia e l’impegno che mette un atleta nell’allenarsi tutto il giorno? Nel seguire un regime alimentare bilanciato e nel mettere la sua mission al centro della propria vita?

Un atleta olimpionico, ma anche qualsiasi persona di successo, METTE AL PRIMO POSTO la realizzazione del suo desiderio.  Solo se quello che vuoi realizzare è IL PRIMO PENSIERO APPENA SVEGLIO E L’ULTIMO PRIMA DI ANDARE A DORMIRE puoi dire di avercela messa tutta.

Altrimenti, continua pure con le scuse.

Ah… si chiamano resistenze, e sono quelle che ti allontanano dalla migliore versione di te stesso.

La buona notizia, come direbbe Marco, è che ci si puo’ lavorare.

www.virtualminditalia.com

Con amore, Valeria