ABBRACCIO DEGLI ANGELI
MA TU, CI CREDI O NO?
Il guerriero della luce crede. Poiché crede nei miracoli, i miracoli cominciano ad accadere.” (P.Coelho)
Credici, perché accadono davvero.
Ma ci devi credere con tutta la tua forza Ci devi credere con un’intensità superiore alla paura che non accada. O alla paura del fallimento.
Immagina un tiro alla fune.
Da una parte il tuo desiderio, dall’altra la paura.
Comprendi bene che la forza del desiderio deve essere molto superiore alla paura che lo blocca, altrimenti non può vincere.
Come sai che c’è una paura che ostacola il realizzarsi del tuo desiderio?
C’è di sicuro. Altrimenti il tuo desiderio si sarebbe già realizzato.
Ora sta a te scrutare in profondità e trovare la paura bloccante.
Buon lavoro!!
Valeria e MArco

Rimodulare le emozioni

Quante volte ci lasciamo prendere dal sottile autogiudizio e ci giudichiamo “troppo” o “troppo poco”?

E soprattutto, quante volte non sappiamo dire se una nostra caratteristica è un pregio o un difetto?

Ad esempio, essere empatici è una caratteristica utile, ma se portata all’estremo in un senso (troppo empatici) o nell’altro (per nulla empatici-indifferenti) la caratteristica assume, nel nostro giudizio, un valore positivo o negativo, in quanto entrambe possono avere effetti sgradevoli su di noi oppure su altri.

Troppo empatici significa non essere adeguatamente lucidi nel supportare l’altra persona, mentre l’indifferenza chiude ogni forma di comunicazione e possibilità di supporto.

Spesso si dice che “Il giusto sta nel mezzo”, o per dirla a modo nostro con termini a noi più consoni l’equilibrio sta nell’equilibrio.

Possiamo utilizzare un “trucchetto” per fare in modo che la nostra meravigliosa mente collabori  a nostro favore.

Visualizziamo un sistema del controllo dell’intensità, tipo una rotellina o una levetta. Immaginiamo che il “volume” della nostra empatia, ad esempio, sia quasi al massimo…diciamo al 80 %. Ora possiamo visualizzare di abbassare l’intensità fino al 50%. Percepiamo come la nuova sintonizzazione porta con sè l’energia dell’emozione cambiata… maggiore rispetto dei propri confini nonostante la comprensione dell’altra persona, che ci consente di starle vicino senza farsi sopraffare.

Spesso si dice che “La mente mente”, mentre in realtà è un ottimo alleato per la nostra protezione. L’importante è sapere come fare per aggirare gli ostacoli e farla lavorare al nostro servizio.

Con amore, Valeria

www.virtualminditalia.com

 

 

CREO DAVVERO LA MIA ABBONDANZA?

Quante volte capita di pensare che, nonostante i nostri sforzi, la vita non ci ha dato abbastanza? E che meritiamo di più?

E che abbiamo fatto tanto, ci impegniamo,  i risultati tardano ad arrivare?

Senza parlare poi dei “colpevoli”.. c’è sempre qualcuno a cui dare la colpa per il nostro mancato successo!

Moglie, marito, figli, colleghi, capo, mamma, papà o ex…. C’è sempre un responsabile! (mia mamma, che per me è una grande fonte di ispirazione,  dice spesso che  CI DEVE ESSERE  sempre qualcuno a cui dare la colpa- altrimenti non si puo’ lamentare- per cui, in assenza di altri, la colpa è di Valeria o_O ).

Beh lo ammetto… anche a me è capitato.

Devo lavorare al sito?

Eh si,  ma la cucina chi la pulisce? E poi ho bisogno di riposare. E la spesa, se non ci penso io chi ci pensa? Due passi, due passi ci vogliono proprio..tutto il giorno che sono a casa…. Uhm queste tende sono davvero da lavare, magari ne approfitto che c’è un po’ di sole…. Ecco si, adesso magari un’oretta la dedico…oh, guarda, una nuova meditazione su youtube….

E via discorrendo.

Sai bene cosa intendo vero? In qualche modo le mie parole ti risuonano. E danno fastidio, anche. Proprio perché vanno ad ancorarsi a qualcosa che sperimenti anche tu, e soprattutto, vanno ad ancorarsi al tuo GIUDIZIO.

Lo spunto per la riflessione melo ha dato una nostra allieva, che oltre a seguire i nostri cosi ha fatto un percorso di crescita/coaching di qualche mese con noi. Aveva un concorso importante nazionale al quale si stava preparando, e che aveva tentato diverse volte senza esito positivo.

Da quando la conosciamo, nonostante abbia una famiglia a cui pensare, si è gettata anima e corpo nella preparazione del concorso, anche lavorando parecchio su se stessa oltre che a studiare.

PER LEI E’ STATA UNA PRIORITA’  che è stata messa davanti a tutto il resto.

Concorso concluso qualche giorno fa, e anche se ci vorranno un bel po’ di mesi prima di conoscere l’esito, lei è soddisfatta. Il grande impegno profuso, compreso il percorso insieme, le ha dato modo di farsi notare e di avere due proposte di lavoro molto interessanti che al momento sta valutando.

Fortuna? Pensi che sia fortuna la tenacia e l’impegno che mette un atleta nell’allenarsi tutto il giorno? Nel seguire un regime alimentare bilanciato e nel mettere la sua mission al centro della propria vita?

Un atleta olimpionico, ma anche qualsiasi persona di successo, METTE AL PRIMO POSTO la realizzazione del suo desiderio.  Solo se quello che vuoi realizzare è IL PRIMO PENSIERO APPENA SVEGLIO E L’ULTIMO PRIMA DI ANDARE A DORMIRE puoi dire di avercela messa tutta.

Altrimenti, continua pure con le scuse.

Ah… si chiamano resistenze, e sono quelle che ti allontanano dalla migliore versione di te stesso.

La buona notizia, come direbbe Marco, è che ci si puo’ lavorare.

www.virtualminditalia.com

Con amore, Valeria

Oggi riflettevo su quanto sia seduttiva e, in qualche modo, svincolante, l’idea di dare la colpa ad altri per quanto ci accade.
Ah.. che meraviglia!
Perché ‘sta storia che tutto quello che mi accade è per via del mio magnete interiore e delle vibrazioni che emana e che attraggono il simile un po’ sta stretta!
Mi sento usata dagli altri? Eh certo, LORO se ne approfittano! E va sempre così, sai.  Sia con i colleghi che con i familiari. Gli amici poi…buoni anche quelli. Si fanno sentire quando servi e poi… ciao! Ma guarda te, sono proprio circondata da bella gente!
No, scusa, e io che c’entro se gli altri MI usano? Cioe’ vorresti dire che a me fa piacere essere usata? Ma ti pare? Beh si, certo… concordo con te che mi piace sentirmi indispensabile! Una volta forse … adesso meno, dai. Al lavoro? Si.. anche in effetti… del resto è chiaro che faccio tutto io, e che sono indispensabile all’azienda. Guarda gli straordinari che MI fanno fare! Il mio orario è finito da due ore.. e io sono ancora qui che lavoro! Ah, voglio proprio vedere se me ne vado, come faranno senza di me!
Che ne dici? E’ molto più semplice e rilassante piuttosto che guardarmi dentro e riconoscere che sentirmi apprezzata e indispensabile mi coccola dentro facendomi sentire importante. Ego o non ego, è di questo che ho bisogno inconsciamente adesso… come anche di essere compatita perché sono perseguitata da familiari e colleghi terribili.
Perché riconoscerlo, diciamo la verità, significa la possibilità di lavorare su di me (ma io lavoro già su di me! ) e prendermi la responsabilità di SCEGLIERE una vita differente oppure di rimanere nella mia stasi. Che, converrai, sarà anche stancante ma è l’unica che conosco .
E se qualcuno mi dicesse che la mia è una sola delle infinite possibilità che la vita mi offre, mostrandomi le altre opportunità… mi giro dall’altra parte e non guardo. Che idea, venirmi a proporre lavori e prospettive differenti quando voglio solo essere consolata!
O forse no…..
Con amore
Valeria

Scegliere l’Amore

Oggi gli Angeli suggeriscono che:
 
E’ importante in ogni momento focalizzarsi sull’Amore e sulla gentilezza dell’animo.
Anche quando le difficoltà sembrano insormontabili e la rabbia sembra prendere il sopravvento sull’Amore, ricordati la tua natura divina e la tua amorevolezza di nascita.
 
Sei un essere spirituale che sta vivendo un’esistenza materiale e, anche se nel quotidiano ti sembra di essere succube di eventi cui non sai dare un esito, sappi che nel mondo del sottile tutto è già scritto e la differenza la fa il tuo amore.
 
Il tuo Amore e la capacità di connetterti con esso è quello che crea la differenza tra le realtà possibili ed è quello che fa la differenza.
 
Hai una grande possibilità di scelta, questo si.
 
E se scegli l’Amore invece della rabbia e della guerra non sbagli mai.
 
Valeria

LEZIONE DI FISICA

A volte mi chiedono: “Come puoi integrare la tua formazione tecnica con le discipline olistiche?

Te lo spiego immediatamente, con questi esempi.

“Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria”.

Conosci la Terza Legge della dinamica, vero? Chiamato anche principio di azione e reazione. Per il quale, fondamentalmente, più forte do’ un pugno su un muro più forte sarà il dolore alla mano. (Newton lo aveva formulato in modo più tecnico , ma così è più semplice da capire 🙂 )

Quindi, se associamo l’enunciato di Einstein secondo il quale “Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettarsi risultati diversi”, ne consegue ogni volta che eseguiamo un’azione la reazione sarà sempre la stessa.

Giusto?

No, sbagliato. Perché interviene il Primo principio della Termodinamica, che asserisce che “L’energia interna di un sistema termodinamico isolato è sempre costante”

E quindi, cosa significa?

Significa che in ogni momento SE APPLICO LA LIBERTA’ DI  SCELTA DELLE MIE REAZIONI CONSEGUENTI AD UNO STIMOLO ESTERNO, L’ENERGIA DEL SISTEMA REAGIRA’ IN MODO DIFFERENTE AL PREVISTO PER  UNIFORMARSI ALLA REAZIONE PRODOTTA, IN QUANTO L’ENERGIA INTERNA TOTALE RIMANE INVARIATA.

Un esempio? Per sbaglio taglio la strada ad un tale con la macchina. Questo si infuria e io…

  1. Lo insulto
  2. Gli chiedo scusa con un sorriso

Considerata E l’energia del sistema, nel caso 1  il tizio si infurierà ancora di più facendo crescere l’energia della rabbia R e diminuendo le proprie energie personali Ep (l’energia E deve rimanere costante).

Nel caso 2 invece il tizio farà scemare l’energia della rabbia R e le energie personali Ep saranno elevate per mantenere l’energia E invariata.

Morale? Beh, abbastanza evidente. Hai SEMPRE la possibilità di scegliere, qualunque sia l’input esterno. E’ sempre una questione di SCELTA, perché siamo esseri umani e non mele come quelle di Newton .  Così la tua ENERGIA rimane elevata. E le mele le mangi, che fanno bene.

Questa è fisica, non olistica e nemmeno filosofia. SCEGLI. SCEGLI. SCEGLI.

 

Valeria

Ci sono cose importanti, e il resto è….

Spesso, i momenti della vita in cui gli eventi hanno la meglio su di noi sono tanti. Sembra che le nostre giornate siano un susseguirsi di reazioni ad avvenimenti che sfuggono il nostro controllo. Se la vita è Azione e Reazione… beh, sembra che per noi la prima opzione non sia prevista.

Ma come sarebbe la tua vita se DAVVERO potessi scegliere ed essere tu a dirigere la tua realtà?

Molto spesso , come te, ho sentito queste parole e sebbene le condividessi nel pensiero stentavo a crederci davvero. Semplicemente, non mi rendevo conto della verità implicita. Stavo continuamente reagendo a stimoli esterni senza prenderne il controllo.

Ad un certo punto, sarà anche la saggia follia dei 50 appena compiuti, ho rivisto la mia vita con nuovi occhi e capito che, in effetti, sta davvero a me “creare la mia realtà”.

Ad un tratto, come per magia, i vari pezzi del puzzle sono andati a posto. Hai presente quando scuoti un barattolo di sale e i pezzi più grossi affiorano in alto? E tutti i granelli trovano il loro spazio? Ecco, la sensazione è stata quella. Ho visto, come se fossi dall’alto, tutti i vari pezzi della mia vita, quella che credevo “Reale” e che invece era frutto della mia percezione della stessa.

E ho visto, in modo ancora più luminoso, come sia solo una scelta e come il tutto sia Virtuale .

Ho visto le cose importanti e le cose “Esticazzi”.

Ho visto la mia Mission in modo così chiaro e così lampante che mi sono chiesta come ho fatto finora a non comprenderla fino in fondo. O meglio, l’avevo vista ma mi ero lasciata fuorviare dalle paure e soprattutto dalla “realtà esterna”. Quella che mi sembrava reale, insomma. Ma che era solo (scriviti bene queste parole) UNA PROIEZIONE DELLA REALTA’. Hai capito? Non era quella vera, ma quella mediata da quello che altri ritenevano vero.

Nell’arco di qualche giorno i vari pezzi hanno trovato forma e ho capito che questo era il regalo di compleanno che l’Universo aveva in serbo. Da parte mia, era solo necessario il coraggio per concedermi di illuminarmi di nuovo gli occhi.

Seguo la mia mission , seguo la mia realtà , la mia vocazione perché ho scelto. Ho scelto di aprire gli occhi e il cuore sul cammino deciso dalla mia anima.

Ho scelto ESTICAZZI.

E porto magia nella mia realtà. E lavoro per aiutare le persone a portarla nella propria. E il resto ESTICAZZI.

Buona giornata e buon ESTICAZZI a te.

Valeria

Crea il tuo cambiamento

“Prima credete nel cambiamento e poi lo vedrete arrivare” (Carolyn Boyes).

E già…funziona proprio così,

A volte aspettimo che ci siano segnali, indizi, che ci indichino che qualcosa può accadere, prima ancora che accada.

Invece è l’esatto contrario.

Immagina quello che vuoi nella tua realtà, e che ancora non hai.

Se ancora non è nella tua realtà è perchè da qualche parte qualcosa lo impedisce. Semplice, no?

Quel qualcosa si chiama PENSIERO INCONSCIO.

La mente inconscia sovraintende quelle attività di pensiero di cui difficlmente siamo consapevoli.

Puoi immaginare la nostra mente come un iceberg, di cui la parte affiorante è la mente conscia e quella sommersa è la mente inconscia, molto più consistente. Come in un iceberg, sta a noi utilizzare la parte sommersa in modo costruttivo (per avere una riserva idrica, nel caso di un iceberg) invece che lasciarla vagare nell’Oceano e affondare transatlantici.

La mente inconscia lavora sempre per il nostro benessere, per evitarci difficoltà, e ama la zona di confort.

E’ necessario quindi rendere monitorare i propri pensieri e la mente inconscia collaborativa .

Come si puo’ sapere quali sono i pensieri inconsci che possono limitare la nsotra Abbondanza?

Attraverso le emozioni. Le emozioni ci danno “il polso della situazione”. Sono la cartina al tornasole che ci fa capire cosa pensiamo veramente, dentro di noi.

Pensa all’Abbondanza (economica, relazionale, spirituale.. quella che vuoi). Come TI FA SENTIRE? Bene , certamente ma…PENSI DAVVERO DI MERITARTELA? DI ESSERE DEGNO DI QUESTA ABBONDANZA?

La sensazione che provi a queste parole ti dà un segnale importante sul perchè non hai ancora del tutto l’Abbondanza che desideri.

Puoi comunque coccolare il tuo inconscio focalizzandoti su quello che vuoi piuttosto che su quello che non vuoi (altrimenti, per la legge dell’attrazione, continuerà a fornirtelo), immaginandoti nella nuova situazione e aiutare così l’inconscio che la nuova situazione è qualcosa di bello , piacevole e che si può avere.

Angeli e Abbondanza

Lo sapevate che gli Angeli possono aiutarci nel nostro percorso relativo all’Abbondanza?
E si… molto spesso abbiamo la percezione che materialità e spiritualità siano incompatibili.
In realtà sono due facce della stessa medaglia.
Sono energie.
Se l’Abbondanza, anche materiale, serve per consentirci di seguire il nostro “piano divino” diventa uno strumento per elevare la nostra spiritualità, è molto facile ottenerla.
Possiamo quindi richiedere la vicinanza ed il supporto dell’arcangelo Ariel che ha, tra le altre, la funzione di occuparsi anche alla soddisfazione materiale delle nostre necessità terrene (cibo, denaro, lavoro). Si può definire l’Arcangelo più vicino e attento all’ esistenza in questa dimensione.
In questa accezione si può considerarlo l’arcangelo della manifestazione e della realizzazione dei nostri desideri sul piano materiale.
Ovviamente i desideri che Ariel ci aiuterà a realizzare sono quelli espressi in linea con il cammino della nostra anime e finalizzati al raggiungimento degli obiettivi definiti dalla nostra anima al momento dell’incarnazione.
Per cui non si tratta di sfruttarlo come “genio della lampada” ma si può chiedere il suo supporto ed il suo aiuto per riconoscere il nostro cammino vitale e fornirci gli strumenti per adempiervi.
Buona Abbondanza a tutti e… ci vediamo il 2 agosto al seminario sugli Angeli , Guide Spirituali e Mondi Invisibili!
https://www.virtualminditalia.com/angeli-e-mondi-invisibili/
https://www.virtualminditalia.com/vmangeli-online/